Monta da lavoro

    Nuova iniziativa dei "I Cavalieri di Valtriversa"    
 


Si tratta di un percorso a cavallo in campagna, dalla durata di circa 3 ore, con andature miste e vivaci, con ostacoli naturali da superare (fossi, tronchi, etc.), tutti eventualmente aggirabili per chi non intende affrontarli. L'abbigliamento richiesto è riportato nel regolamento qui di seguito allegato.Specialità: PROVA DI ANDATURA IN CAMPAGNA REGOLAMENTO

  
 
         

 DISCIPLINA MONTA DA LAVORO SETTORE EQUITAZIONE DA CAMPAGNA
Norme generali:

Art.1
Questa disciplina ha lo scopo di promuovere le varie tipologie di monta da lavoro praticate in Italia.
Sono considerate Monte da lavoro :
1. La monta maremmana
2. La monta Western
3. La monta Camarguese (Delta)
4. La doma Vaquera
5. La monta Campesinos
6. La monta Bardigiana
7. La monta Tolfetana
8. La monta Murgese
9. La monta Sarda
10. La monta S.Fratellana
11. La monta Haflinger
12. La monta Inglese
Art. 2
Alle prove della Monta da Lavoro possono partecipare tutti i cavalli, indipendentemente se in possesso di certificati di origine o meno, fermo restando l’obbligo della regolarità sanitaria.
Art. 3
Le prove di Monta da lavoro hanno lo scopo di mettere in risalto la duttilità e la completezza tecnica ed atletica del cavallo e del cavaliere, senza essere una competizione.
Art. 4
La Monta da Lavoro è una prova in e di campagna; prevede infatti la seguenti andature:
- PASSO
- TROTTO
- CANTER
- GALOPPO
su un percorso misto di campagna.
Non esistono classifiche di nessun genere.
Art. 5
Le prove di andatura in campagna si svolgeranno in più riprese, tutte comprese comunque nel programma redatto ad ogni inizio anno dai Cavalieri di Valtriversa.
Art. 6
Tutti i Cavalieri partecipanti saranno agli ordini del “FATTORE”, il quale, sempre alla testa del gruppo, stabilirà il percorso e le andature da sostenere.
E’ assolutamente vietato affiancarlo e/o sorpassarlo.
Art. 7
Tutti i Cavalieri partecipanti alla prova di andatura in campagna sono
rigorosamente invitati a tenere un comportamento atto a non creare condizioni di rischio e
pericolo ai Cavalieri ed ai loro cavalli.
Art. 8
Non esistono prove di selezione o altre limitazioni che impediscono l’iscrizione alle prove di Monta da Lavoro.
Art. 9
La bardatura e l’abbigliamento devono rispettare il tipo di monta scelto, come previsto nei capitoli seguenti relativi alle bardature e all’abbigliamento del cavaliere.
  Art. 10
LE BARDATURE
Bardatura del cavallo:
Si prevede l’utilizzo delle seguenti selle:
a - scafarda tradizionale
b - sella Inglese
c - sella Americana
d - sella Australiana
e – sella Argentina
Tutte le selle dovranno possibilmente essere munite di sottocoda e pettorale.
Il sottosella dovrà essere di colore scuro.
 
I FINIMENTI
Dovranno essere della stessa tipologia della sella, rigorosamente in cuoio. La testiera dovrà prevedere il sovracapo, sottogola, frontalino, montanti, tutti con appositi ganci tradizionale e non con legacci in cuoio tipici della bardatura americana. E’ consentito l’uso di un cinturino in cuoio con caratteristiche uguali alla testiera come chiudi- bocca, fatto passare alla fine dei montanti dove è agganciato il morso. Si possono utilizzare protezioni agli arti come previsto dal Regolamento Generale di Monta da Lavoro. Il morso potrà essere dotato di barbozzale, per il quale non si prevede alcuna prescrizione relativamente al suo contatto con la barbozza del cavallo.


ABBIGLIAMENTO
Si prevedono pantaloni, panciotto, e cappello a falde larghe, tutto dello stesso colore (o comunque intonato) nero, verde scuro, marrone. Nelle stagioni fredde è prevista una giacca in sintonia con tutto l’abbigliamento. Si richiedono stivali in cuoio marroni o neri, con o senza laccioli laterali. Sono ammessi stivali di derivazione inglese anche con stringhe sulla parte superiore del piede. E’ previsto l’uso di scarponcini o stivaletti corti con sovrastanti gambali tradizionali dello stesso colore. E’ obbligatoria la camicia bianca, la quale deve essere con maniche lunghe abbottonate intorno ai polsi, così come dovrà essere abbottonata fino al penultimo bottone al collo. Preferibilmente senza colletto. E’ consentito sotto la camicia indossare un foulard o un ascot, in sintonia con l’abbigliamento.


TIPOLOGIA DI MONTA
Il cavallo potrà essere guidato con una sola mano, indifferentemente se con la sinistra o con la destra. Il cavaliere potrà impugnare le redini con la sola mano da lui scelta. Non si prescrivono impugnature particolari, quindi è consentito anche tenere le dita all’interno delle redini, fermo restando la guida con la redine di appoggio.
Art.11
Nel caso dell’uso della briglia completa è consentito fissare le redini del filetto alla sella, senza che le stesse impediscono il movimento dell’incollatura del cavallo.
  Art. 12
DURATA
Ogni prova della Monta da Lavoro di andatura in campagna avrà una durata minima di due ore ed una massima di tre ore.