Statuto

Art. 1) E’ costituita una associazione denominata:
 
“ I CAVALIERI DI VALTRIVERSA“
 
L’associazione ha sede in Villafranca d’Asti, via Cavalieri di Vittorio Veneto.
 
Art. 2) L’Associazione è apolitica e non ha finalità di lucro. Essa si propone di promuovere e favorire le attività agonistiche e no inerenti al mondo equestre.
A tal fine l’Associazione potrà organizzare qualsiasi tipo di manifestazione equestre con finalità competitive di qualsiasi genere esse si trattino.
Potrà organizzare eventuali raduni o altre manifestazioni, al solo scopo di promuovere lo sport equestre e da campagna con particolare riguardo ed attenzione
alle esigenze e necessità dei soci.
Art. 3) L’associazione potrà dare la sua collaborazione ad altri enti per lo sviluppo di iniziative che si inquadrino nei suoi fini. Essa dovrà mantenere sempre la più completa indipendenza
nei confronti degli organi di governo, delle aziende pubbliche e private, delle organizzazioni sindacali.
Art. 4) Gli organi dell’associazione sono:
a) Assemblea dei Soci
b) Coordinatore
Art. 5) Possono fare parte dell’Associazione le persone fisiche che per la loro attività di lavoro, di studio, o di sana passione siano interessate all’attività della Associazione stessa.
I soci sono tenuti a pagamento di una quota annua il cui importo è fissato annualmente dall’assemblea dei Soci.
Art. 6) Il socio che intende recedere dall’Associazione deve darne comunicazione con lettera raccomandata Tre mesi prima dello scadere del periodo di tempo per il quale è associato.
Art. 7) L’Assemblea Ordinaria dei Soci, convocata su delibera del Coordinatore, non meno di 20 giorni prima di quello fissato per l’adunanza, si riunisce presso i locali della sede od in altra località da indicarsi nell’avviso di convocazione nel primo semestre di ogni anno, per provvedere e deliberare sul rendiconto finanziario, sullo statuto patrimoniale e su tutti gli argomenti di carattere generale iscritti nell’ordine del giorno per iniziativa del Coordinatore, ovvero su richiesta scritta di almeno cinque soci.
La data e l’ordine del giorno dell’Assemblea sono comunicati ai soci per lettera raccomandata o con quegli altri mezzi che il Coordinatore riterrà opportuni.
Art. 8) hanno diritto ad intervenire all’Assemblea tutti i Soci che si trovino in regola con il pagamento della quota di associazione. Ciascun Socio potrà rappresentare uno o più soci, purché munito di regolare delega scritta.
Per la costituzione legale dell’Assemblea e per la validità delle sue deliberazioni è necessario l’intervento di tanti soci che rappresentino almeno il 50% degli iscritti. Non raggiungendo questo numero di voti, la sessione è rimandata a non più di trenta giorni dalla prima convocazione;
Nella seconda convocazione l’Assemblea è valida qualunque sia il numero dei presenti o rappresentanti. La data di questa sessione può essere fissata nello stesso avviso di convocazione della prima.
Art. 9) L’Assemblea delibera a maggioranza di voti presenti o rappresentanti mediante regolare delega scritta rilasciata ad altro socio.
Art. 10) Il Coordinatore provvede a redigere i verbali delle deliberazioni dell’Assemblea ed a sottoscriverli, previa lettura e consenso dell’Assemblea.
Art. 11) Le Assemblee straordinarie possono essere convocate per deliberazione del Coordinatore, oppure per richiesta scritta di tanti soci che rappresentino non meno della decima parte degli iscritti.
Art. 12) I Soci riuniti in Assemblea possono modificare il presente Statuto ma non possono modificare gli scopi della Associazione stabiliti dai precedenti Art. 2 e 3.
Per la validità delle deliberazioni di cui al presente comma è necessaria la presenza, di almeno i due terzi dei soci ed il consenso dei tre quinti dei voti presenti o rappresentati.
Art. 13) L’Assemblea dei Soci è investita di ogni potere per decidere sulle iniziative da assumere e sui criteri da seguire per il conseguimento e l’attuazione degli scopi dell’Associazione e per la sua direzione ed amministrazione ordinaria e straordinaria.
In particolare l’Assemblea:
- Fissa le direttive per l’attuazione dei compiti statutari, ne stabilisce le modalità e le responsabilità di esecuzione e controlla l’esecuzione stessa.
- Decide sugli investimenti patrimoniali.
- Stabilisce l’importo delle quote annue di Associazione.
- Delibera su ammissione dei Soci.
- Decide sulle attività e le iniziative dell’Associazione e sulla sua collaborazione con i terzi a norma Art. 3.
- Nomine e revoca dirigenti e funzionari ed impiegati ed emana ogni provvedimento riguardante il personale ed i Soci.
- Conferisce e revoca procure.
Art. 14) L’Assemblea dei Soci nomina nel suo senso un Coordinatore ed uno o più assistenti, se necessario, che durano in carica un anno, a far tempo da Ottobre di ogni anno.
Art. 15) Durante le votazioni dell’assemblea dei Soci, in caso di parità dei voti prevale quello del Coordinatore.
Art. 16) La firma e la rappresentanza legale dell’Associazione di fronte a qualsiasi autorità e di fronte a terzi sono conferite dal Coordinatore.
Art. 17) Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dalla Assemblea la quale provvederà alla limona di uno o più liquidatori e delibera inoltre alla devoluzione del patrimonio.
Art. 18) Tutte le controversie sociali tra soci e tra questi e l’Associazione o suoi organi, saranno sottoposte con la esclusione di ogni altra giurisdizione, alla competenza
di tre Probiviri nominati dall’Assemblea anche tra Soci.
Essi giudicheranno ex bono ed acqueo, senza formalità di procedura ed il loro lodo sarà inappellabile.
Art. 19) Per tutto quanto non stabilito nel presente Statuto si osservino le disposizioni del Codice Civile.
Villafranca d’Asti, 13/12/1994
Letto, confermato e sottoscritto
Il Coordinatore